uomini contro la violenza sulle donne

Che te lo dico a fare?

Autore: data pubblicazione: 04 Dicembre 2012

Molto spesso i comunicati stampa che ricevo sul sito, relativi a mostre d'arte, sembrano scritti per non essere letti...

Riportano pezzi interi dal catalogo, lunghissime e intense presentazioni dell'artista, elenchi di pubblicazioni, biografie dei curatori, ma le informazioni principali:

  • chi
  • cosa
  • dove
  • quando

sono spesso relegate alla fine del lunghissimo testo, se non, in alcuni casi estremi, addirittura mancanti.

E' il caso di un comunicato arrivato oggi: un testo fittissimo e lunghissimo, c'era tutto, salvo il luogo.

Si cita solo il nome della Galleria d'arte. Ma la città? E magari anche l'indirizzo?

Eppure lo scrivo nelle linee guida: inserite sempre la città già nel titolo. Se vivo a Milano, sono interessato a leggere di una mostra in Lombardia. Se la prossima settimana vado a Firenze per lavoro, mi può interessare sapere se ci sono mostre a Firenze. Ovvio, no?

Invece, molto spesso, nel titolo manca, ma almeno è scritto nel testo.

Questa volta no. Forse era scritto nella carta intestata della galleria d'arte, forse il redattore immagina che tutti conoscano quella galleria d'arte. Sicuramente non aveva voglia di leggersi le linee guida, né tanto meno di rispettarle.

E dunque, sicuramente il comunicato non sarà pubblicato. Non è una notizia un lunghissimo testo che mi dice che c'è una mostra ma non mi dice in quale città. Non è un'informazione utile, è spam. Cestinato.