uomini contro la violenza sulle donne

8. Una bussola per navigare

Autore: data pubblicazione: 24 Febbraio 2008

La peculiarità delle pagine web è che non sempre ci si arriva dalla porta principale; un lettore, anche se apre un libro a caso e comincia a leggere una pagina, sa che libro ha in mano; un navigatore, che viene trasportato su una pagina da un motore di ricerca o da un link esterno, non sa all'interno di quale guscio si trova.
È quindi necessario orientare il lettore, dare subito un'idea dell'argomento.
Per esempio, si parla di gemelli: ma in tema di astrologia? ostetricia? genetica? O si tratta di gioielli per polsini? O ancora del tema del doppio in letteratura? O forse di uno spettacolo teatrale o di un film?
A questo scopo sono utili tutti i possibili titoli: quello della pagina, che compare in alto nella finestra del browser (e che molto spesso viene trascurato: ci sono migliaia di pagine che si chiamano "Untitled document", "nuova pagina due", e così via); o ancora titoli di area, di sezione, di categoria e argomento.
In alcuni siti molto strutturati, come per esempio Yahoo o in genere le directory, compare automaticamente il "percorso a briciole di pane" (realizzato effettivamente oppure no) necessario per giungere dall'home page a quella determinata pagina: questa è un'indicazione molto utile per il navigatore. Ma vanno bene anche indicazioni organizzate graficamente in altro modo.
Immaginaria, per esempio, ha ben visibili in ogni pagina:

  • il logo
  • l'area
  • il tipo di contenuto (recensioni di siti o risorse)
  • l'argomento.

Inoltre, il testo principale è diviso in blocchetti, ognuno con un proprio titolo, mentre sulla destra ci sono informazioni aggiuntive.

(Nota: Nella nuova versione di Immaginaria ci sono anche le briciole di pane.)