uomini contro la violenza sulle donne

2.3 Logotipi e scritte grafiche

Autore: data pubblicazione: 23 Febbraio 2008

Se per i testi la scelta è ridotta, quando invece progettiamo un logo o creiamo dei bottoni grafici con scritte non ci sono limiti alla fantasia.
Anche se potremmo teoricamente usare immagini contenenti tutto il testo per ogni pagina del nostro sito, questa è una scelta assolutamente da evitare, perché:

  • rallenta il caricamento della pagina (le immagini sono più pesanti dei testi)
  • rende il contenuto totalmente inaccessibile a un browser testuale o per non vedenti e - se scritto in piccolo - anche a utenti ipovedenti
  • rende il contenuto poco usabile per qualunque utente: quante volte ci è capitato di usare il comando copia-incolla da una pagina web per copiare al volo un indirizzo, o prendere nota di una qualsiasi informazione?

Eppure, ne ho visti di siti così! Sembrano trasposizioni su monitor di dépliant e cartoncini, probabilmente progettati da grafici abituati a progettare per la carta stampata che hanno pensato bene di superare così uno dei tanti vincoli imposti dal web...
È consentito, invece, utilizzare immagini per logo e bottoni. Se inseriamo il tag altcon l'appropriata descrizione, il sito sarà insieme usabile, accessibile e personalizzato graficamente.

La scelta dei font da utilizzare per le parti in grafica non deve essere causale. Un font classico come il Garamond o il Bodoni può ispirare solidità e tradizione; un font irregolare e spigoloso può comunicare un senso di modernità e irrequietezza; un font quadrato e composto tipo il Copperplate può comunicare sobrietà ed eleganza. Naturalmente, non ci sono tabelle o regole fisse. L'unico consiglio è, quando scegliete un font, di pensare a quale messaggio intendete comunicare ai vostri clienti, utenti o navigatori. Cercate di non essere banali, evitate font troppo comuni (l'Arial, il Comic) ma anche caratteri troppo arzigogolati e poco leggibili. Nel paragrafo precedente sono riportati alcuni esempi.

Il sito di Luisa Carrada, mestiere di scrivere, dedicato appunto alla scrittura professionale in campo aziendale e pubblicitario, ha fatto una scelta non casuale e sicuramente appropriata: un font che richiama quello delle vecchie macchine da scrivere. E non a caso, in home page c'è anche una bella macchina da scrivere, di quelle antiche, pesantissime, icona classica di chiunque scrive per professione.
Altro esempio di lettering indovinato è quello usato su Scrivimiamore, sito dedicato alle lettere d'amore: il sito, in Flash, utilizza un font che assomiglia alla scrittura a mano, certamente la più adatta a comunicare parole scritte col cuore.