uomini contro la violenza sulle donne

Tutto a posto, nulla è stato apposto

Autore: data pubblicazione: 13 Maggio 2014
Il titolo un po' criptico gioca sull'uso sempre più diffuso di sbagliare l'ortografia della locuzione "a posto" (che va scritta così, in due parole, preposizione + sostantivo). "Apposto", scritto in una sola parola, è italiano corretto, ma è il participio passato del verbo apporre, ed ha un altro significato (per esempio: "sulla busta è stato apposto un timbro").

Esempi:

  • Mettere a posto la spesa
  • Ogni cosa al suo posto, un posto per ogni cosa (la regola delle persone ordinate)
  • Stare al proprio posto
  • È  tutto a posto.

Analogamente, si compongono di due parole separate le locuzioni:

  • a parte
  • a proposito
  • a fianco