uomini contro la violenza sulle donne

Cmyk. Designbook

Autore: data pubblicazione: 23 Marzo 2008
Scheda libro

Titolo: CMYK

Sottotitolo: Designbook

Autore: a cura di Jiohaly

ISBN: 88-207-3567-9

pagine: 132

prezzo: euro 23,50

Editore: Liguori

Anno: 2003

CMYK: quattro lettere che indicano i colori fondamentali usati nella stampa in quadricromia, ma anche il tema di un singolare concorso che è all'origine di questo colorato volume.

Dal monitor alla stampa, dal digitale al cartaceo, da RGB a CMYK: è questo il percorso che hanno fatto i 226 artisti digitali che hanno partecipato al singolare concorso che porta il nome di un sistema di stampa, quello in quadricromia: CMYK (Ciano, Magenta, Yellow, Kino = Azzurro, Rosso, Giallo, Nero). Un concorso che ha per tema un colore, espresso numericamente tramite i valori di ciascuno dei 4 colori fondamentali. In questo caso il colore era un verde acido (C=24 M=18 Y=76 K=0).

Ma come mai proprio un colore? "I colori sono tutto per chi lavora in questo settore" affermano gli ideatori del concorso, ed è innegabile che il colore ha una componente fondamentale nella comunicazione visuale.
Lanciato nel dicembre 2001 da una web agency napoletana, Jiolahy, il concorso ha subito suscitato molto interesse da parte di grafici, illustratori, web designers che usano il web e la grafica digitale come campo di sperimentazione artistica.

una delle opere vincitrici

Una delle opere vincitrici: Pane & CMYK di M.T. Navarra

L'esperimento, a detta degli organizzatori, è riuscito e lascia ben sperare per il futuro, tanto che coi lavori migliori è stato realizzato un libro. Un volume molto ricco e curato, edito da Liguori, piacevole da sfogliare. Un percorso tra la creatività costretta da un tema non facile, perché al tempo stesso troppo vago e troppo limitante. Ma sappiamo che, se il bisogno aguzza l'ingegno, i limiti stimolano la creatività. E di materiale creativo in queste pagine ce n'è per tutti i gusti.
Un esperimento riuscito, anche secondo noi: dal confronto con la carta, statica, muta e ad alta risoluzione, gli artisti digitali sono usciti vincitori (riescono a esprimersi anche senza Flash!); e infine, la bella notizia è che iniziative interessanti nel settore della grafica digitale riescono a nascere e a prosperare anche lontano dalle nebbie milanesi, nel soleggiato meridione.