uomini contro la violenza sulle donne

7. Regole tipografiche

Autore: data pubblicazione: 23 Febbraio 2008

Qualsiasi documento che non sia manoscritto, quindi anche se composto con un qualsiasi word processor, o anche con una vecchia macchina da scrivere, dovrebbe seguire le più elementari regole tipografiche.

Per esempio, per quanto riguarda gli spazi, seguite il seguente schema:

  • tra parola e parola 1 sola battuta
  • tra parola e punteggiatura (virgola, punto, ecc.) niente spazio
  • dopo la punteggiatura (virgola, punto, ecc.) 1 sola battuta
  • dopo virgolette e parentesi di apertura niente spazio
  • prima di virgolette e parentesi di chiusura niente spazio
  • tra apostrofo e parola niente spazio.

Generalmente, il corsivo viene usato per:

  • enfatizzare, porre in risalto una parola nel contesto (usare con moderazione, altrimenti perde appunto valore enfatico):
    es. La considerava non come unascienza, ma come la scienza
  • parole latine e vocaboli in lingua straniera non entrati nell'uso comune
  • titoli di opere (letterarie, cinematografiche, teatrali, pittoriche, ecc.)
    es. La coscienza di Zeno, Guernica, Il flauto magico
  • parole ed espressioni prese in quanto tali
    es.: Dal latino aqua derivano in italiano acqua, in lingua d'oc aigue e in spagnolo agua.